Indiani:”Pontedera mi ha dato tanto”

intervistaindiani
4 maggio 2017


 

 

 

 



 

Indiani:”Pontedera mi ha dato tanto”

É cosa ormai nota quella legata alle dimissioni di mister Paolo Indiani, che lascia il Pontedera dopo cinque stagioni, nonostante il contratto che ancora lo legava al club granata, intenzionato a portare fino in fondo il percorso. Ma il tecnico ha optato per una diversa soluzione, e adesso riportiamo integralmente le sue parole dette nella sala stampa del “Mannucci”: “L’anno scorso ero qui a firmare il mio contratto biennale, quest’anno sono a dire che la mia esperienza a Pontedera, dopo 5 anni straordinari, è conclusa qui. Faremo la risoluzione del contratto e ci saluteremo un anno prima, per mia volontà: è stata infatti una scelta unilaterale quella che ho maturato, e ho già detto a tutto l’ambiente di non provare a farmi desistere, tanto non avrei mai cambiato idea. Se ci fossimo salvati avrei lasciato, e così sarà. Non ho ancora niente in ballo con nessuno, ma non voglio fermarmi, sono pronto a continuare, e spero in un progetto più ambizioso”. Non manca una nota sulla società: “Non c’è alcun tipo di attrito nella mia scelta, devo solo ringraziare la società perché qui sono migliorato molto, Pontedera mi ha dato veramente tanto. Prima ero più integralista, ora sono più disposto all’ascolto, e credo che questo mi abbia fatto crescere umanamente, ma credo che anche dal punto di vista tecnico-tattico sia migliorato tanto, e spero proprio per questo che mi aspetti un progetto bello: credo di meritarmi un progetto più ambizioso, come dicevo. Un ringraziamento particolare va poi al DG Giovannini, ho avuto la fortuna di lavorarci per molto, e chi verrà al posto mio sarà avvantaggiato perché tutti si dovrebbe lavorare con persone cosi. Cinque anni con la stessa società sono una cosa rara nel calcio, e i meriti non sono miei e basta: ci avrò messo del mio, ma qui tutti hanno fatto la loro parte. Peró adesso credo di meritarmi un altro bel percorso da un’altra parte”. Conclude con un plauso alla squadra: “Di partite belle ce ne sono tante, potrei dire quella di Lecce dove ci siamo giocati la Serie B con una squadra importante, ma alla fine penso che quella quest’anno sia la stagione più bella, dove abbiamo avuto le partite più intense. Per le difficoltà avute sono le migliori gare, da parte dei ragazzi ho visto tanto cuore, oltre le nostre potenzialità. Anche ai ragazzi dico grazie. Sarò sempre il primo tifoso del Pontedera”.

Fonte:Claudia Marrone www.tuttolepro.com



 

 

 

 



 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>